Freelance

Seminario Web Designer Freelance 2014

Da intuizioni a certezze in un weekend

Tutto nacque all’inizio dell’anno da una newsletter: “100 euro invece che 350 per chi compra subito”…
Tutto sommato era un modo per tornare a Roma dove ho i parenti, alla fine ho anche l’appoggio per dormire. Dubbi: ma non sarà troppo per smanettoni sviluppatori e si parlerà solo di come fare meglio il codice?
Ma alla fine vinco la titubanza e lo prendo. Il 50% erano grafici.
Arriva e passa il fatidico weekend (15/16 Marzo):  scrivo le mie considerazioni: FANTASTICO!
Ma non tanto perchè gli argomenti siano stati fantastici, ma per il clima creatosi, l’incredibile voglia disperata di confronto da parte di tutti, il networking in genere.
Ne ho visti tanti altri di seminari, ma non lo so, questo in particolare è stato bello per il dialogo diretto che si è potuto avere con i relatori (a mangiare un panino con tutti gli altri seduti su un prato).
Oltretutto sono tutti siciliani, quindi terroni come me, quindi accoglienti, accomodanti, scherzosi e ciò ha fatto sì che non ci fosse il solito muro relatori/studenti. Non se la tiravano.

Cosa ho avuto da questo seminario. La cosa più importante: le conferme.

Il seminario per un giovane freelance che si avvicina alla professione o all’apertura della partita iva è una bomba a orologeria!
Per me però, che la gavetta l’ho fatta, molti argomenti trattati erano risaputi, sia a livello di strategie freelance che grafica, ma sentirli mi è comunque servito a capire che sono sulla buona strada, che quello che penso, che l’esperienza maturata, che il mio atteggiamento professionale, sono assolutamente in linea con quello che si dice. Nessuna sorpresa. E questo mi ha dato sicurezza.

“Non puoi permettere a nessuno di far crollare la tua organizzazione giornaliera” – Marco Salvo

Ma soprattutto: le mie idee sulla qualità della vita, sul lavorare meglio e meno, sul liberarsi del cliente finale che è la prima vera causa di stress lavorativo. Tutto confermato. E sentirlo dire dai relatori, ha trasformato la mia intuizione personale in una certezza tale da farmi restare per ben due giorni dopo col petto in fuori pieno e sicuro di me, incamiciato con l’aria di chi si sente un po’ un genio, o meglio ancora di chi ha in tasca la formula magica. Non ho dormito per due notti per l’emozione di dover fare delle cose che possono cambiarmi la vita.

“Se non hai i clienti che ti rompono i coglioni, non sei entrato ancora al 100% in questa professione” – Carlo D’Angiò

E poi il bello dell’imprevedibile:
arrivi lì pensando di sapere tutto quello che può succedere in un seminario, ed invece succede che mangiando un panino in riva al laghetto dell’Eur insieme a Nando Pappalardo (the boss) lui ti tira fuori un marketplace della formazione dove poter vendere i propri corsi…si accende dentro di me una lampadina (chiamiamolo pure faro).
Da sempre ho sempre pensato di voler trovare una strada per sfogare la mia voglia di insegnamento: eccola servita su un piatto. E’ una cosa tutta da approfondire ed estremamente interessante per me.

“Noi siamo la somma delle decisioni prese durante la nostra vita” –  Nando Pappalardo

E poi le chiacchere con altri, sviluppatori, grafici, capire che siamo tutti in Italia con gli stessi problemi, che i clienti rompicoglioni esistono e sono tutti intorno a noi, capire che i più giovani (ma non solo) hanno voglia di andarsene dall’Italia pur di non dare la metà dei nostri guadagni allo stato…

Un seminario non è un corso. Serve a darti degli input non necessariamente delle risposte tecniche. Alla domanda precisa di come fare una cosa tecnica ho sentito risposte del tipo “lo saprai al mio corso avanzato 149 euro”. Dcisamente antipatico, ma ci sta, dai, dopo l’incazzatura iniziale mi rendo conto che visto il contesto la risposta ci sta tutta.

Può essere un evento da riprendere anno per anno, anche solo per un confronto professionale con gli altri e sopratutto con se stessi ed avere un bel punto di riferimento per capire in un anno cosa abbiamo fatto.

Chiudo con una massima che mi ha colpito molto:

“Se facciamo quello che abbiamo sempre fatto, otteniamo quello che abbiamo sempre ottenuto”.

Banner GraficaShop

Sull'autore

Sandro Tempesta

Sandro Tempesta

Graphic designer & digital strategist freelance.
Con un occhio di riguardo per le tamatiche legate alla grafica ed al web, questo blog è dedicato a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della comunicazione on line.
Leggi la presentazione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: