Strumenti Comunicazione

Coraggio e trasparenza, una questione di brand identity

Oggi i consumatori esigenti chiedono più trasparenza alle aziende. Chi è in grado di instaurare un rapporto di fiducia e valori condivisi affronta meglio il mercato. Parliamo di Brand Identity.

 

Troppo spesso accade che una piccola azienda sul mercato giochi all’asso piglia tutto, cercando di prendere più clienti possibile e non avendo mai il coraggio di fare una vera scelta di strategia di branding.
Detto così può sembrare che la strategia di brand vada a limitare il campo di azione ed in un certo senso è vero, ma quando l’azienda definisce i valori e li dimostra con trasparenza, dall’altra parte trova sempre un consumatore che apprezzare ancora di più, immedesimandosi e preferendo una marca al posto di un’altra indipendentemente dal prodotto e dal prezzo. Micracoli della brand identity. (caso emblematico Apple).

Non abbiamo più fiducia perchè ne abbiamo viste troppe.
Il marketing impone di operare inequivocabilmente sul posizionamento di mercato, eppure ci sono ancora troppe aziende che con il loro comportamento ambiguo confondono il consumatore. Io personalmente apprezzo molto l’atteggiamento delle aziende quando decidono di essere totalmente trasparenti: le aiuto in questo percorso perchè piace a tutti potersi fidare, sopratutto a chi deve spendere i propri soldi. Ed è importante farlo bene.
Il consumatore di oggi è evoluto, attento alle etichette, tende a non avere fiducia perchè ne abbiamo viste troppe.
Immaginiamo il settore alimentare: quanti Report ed approfondimenti dedicati alla provenienza dubbia e abilmente nascosta di quello che mangiamo. Sembra davvero che l’unico modo è prepararsi tutto da soli e da qui il boom di sensibilità nei confronti di uno stila di vita sano e sostenibile.

sfiduciaCosa può fare un’azienda per recuperare la fiducia?

Dimostrare i propri valori con massima trasparenza. Messaggi chiari ed esaurienti, informazioni facili e mai ambigue (pensate alle opzioni degli operatori telefonici!). Devono diventare un’amico coerente e  devono costruire la propria ragione d’essere sulla credibilità, attraverso atteggiamenti che permettono di rendere distintive le varie azioni, rafforzando le sensazioni positive che la marca evoca nella mente del cliente.

Ma devono prima identificarli i propri valori, non costruirseli apposta.
Infatti chi l’ha capito, lo ha applicato troppo bene.
L’altra faccia della medaglia è l’eccessivo perbenismo, l’ostentare valori che vendono meglio ma che non ti appartengono.

Quando questa maschera è evidente, e succede molto spesso, la fiducia crolla completamente ed allora diventa davvero dura recuperarla di nuovo.

Il mercato è schiavo del denaro, le aziende fingono moralismi pur di accaparrarsi una fetta in più, ma il coltello è dalla parte di chi compra: facciamolo sempre con grande responsabilità, e dall’altra parte aiutiamo con il nostro lavoro professionale, le aziende a comunicare meglio. Con coerenza.

 

 

Banner GraficaShop

Sull'autore

Sandro Tempesta

Sandro Tempesta

Graphic designer & digital strategist freelance.
Con un occhio di riguardo per le tamatiche legate alla grafica ed al web, questo blog è dedicato a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della comunicazione on line.
Leggi la presentazione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: