Libri

Brand d.o. una visione design oriented

Recentemente ho comprato e letto questo libro, affascinato dalla rifinitura, dall’impaginato e da quel bel pantone sparato che lo fa risaltare sugli scaffali della libreria.

Sì, si presenta bene, un soft touch in copertina e una piacevola alternanza dell’impaginato di infografiche, esempi ed immagini. Quando lo sfogli in libreria si fa scegliere molto volentieri.

Poi l’argomento è un must, come si fa ad ignorare.

Brand d.o. una visione design orientedFinito l’approccio visivo, tanto di cappello anche all’esperienza degli autori (Elio Carmi e Elena Israela Wegher) ed alla loro elaborazione dei concetti scrupolosa e analitica.

Ma devo scrivere la verità: questo libro non mi è piaciuto. E lo so, è strano che un libro sul branding non mi piaccia, ma ho fatto davvero fatica a finirlo.

A fronte di un’estetica da richiamo irresistibile per un grafico, il contenuto seppur estremamente autorevole, ha un’esposizione accademica, un po’ come un tomo di diritto civile di giurisprudenza. Paroloni ed espressioni sofisticate alzano sicuramente tanto il livello culturale dei lettori a cui si rivolge, ma forse ai tempi di internet questo linguaggio appare ancor più arcaico e superato.

Sì, perché un grafico è abituatissimo a leggere tanto on line, con un linguaggio semplice pulito e diretto, tipico del web. Certamente un libro non è un blog, ma non si può non tenere conto del target.

Detto questo il libro affronta e spiega il concetto di brand come si è evoluto storicamente e si sofferma molto sull’attuale. Si analizzano i vari campi del design che fanno riferimento al brand riportando alla fine di ogni capitolo una praticissima case history con tanto di infografica futuristica. Si passa quindi dalla design strategy e il corporate design per passare all’editorial design, space e packaging design.

Si chiude con un bel glossario sempre utile quando si hanno dubbi sulle più moderne definizioni.
287 pagine
Fausto Lupetti Editore

Sull'autore

Sandro Tempesta

Sandro Tempesta

Graphic designer & digital strategist.
Sono un freelance, collaboro con le aziende offrendo consulenza sulle strategie di comunicazione.
Dopo tanti anni di esperienza ho deciso di aprire questo blog, ecco perchè.